I CARRELLI ABBANDONATI

Intesys ti aiuta a gestirli al meglio!

Secondo una ricerca di Baymard Institute, molti siti di ecommerce non prendono in considerazione la fase finale del processo di acquisto, che risulta spesso macchinosa, complessa e di non semplice intuizione. L’utente risulta così scoraggiato ed esce dalla navigazione.

Per evitare che ciò avvenga, Intesys analizza il comportamento dell’acquirente in fase di check-out, attraverso una serie di strumenti di monitoraggio. I dati consentiranno di capire le ragioni di eventuali criticità emerse.

L’obbiettivo che si pone Intesys è di ridurre e recuperare i carrelli persi, attuando in corsa modifiche strategiche che renderanno il vostro check out più veloce, eliminando ogni elemento dannoso e disincentivante per la vendita.

CROSS-SELLING E UP-SELLING

Come agevolare le vendite secondo Intesys

L’upselling è una tecnica utilizzata per incentivare la vendita di un prodotto di maggior valore, ma simile rispetto a quello cercato.

Il cross selling consiste invece nel mettere a disposizione dell’utente una serie di prodotti o servizi collegati alla scelta d’acquisto.

Entrambe sono strategie che agevolano le vendite online, permettendo di aumentare la fidelizzazione del cliente e il relativo valore medio dell’ordine.

Intesys, grazie ad una analisi dei comportamenti dei cliente e alla definizione dei cluster, suggerirà delle offerte di upselling e cross selling in base al target definito.

  • Sei interessato?

    inviaci i tuoi dati e ti contatteremo

SMBs’ Most effective Marketing Channel for Customer Acquisition (Source:marketingcharts.com)

Word of mouth 28%
SEO 20%
Online local directories 15%
DEM 10%
Flyers 5%
Traditional PR 4%
Local newspaper ADV 4%
Mobile marketing 4%
PPC ADV 4%

PROMOZIONI, SCONTI E COUPON

La nostra esperienza sul campo

Negli shop online è possibile impostare e proporre offerte e promozioni in qualsiasi momento.

L’utilizzo di sconti e promozioni è talmente diffuso che quando entriamo in un ecommerce senza offerte quasi quasi usciamo subito.

È sicuramente una strategia accattivante e rappresenta una buona esca.

Può quindi rappresentare una interessante strategia, nell’ottica di acquisire nuovi clienti,

Tuttavia ci sentiamo di sottolineare che abusare in modo indiscriminato di queste iniziative rischia alla lunga di farne perdere efficacia.

Per questo consigliamo di affiancare agli sconti ed alle promozioni sul prodotto altre politiche di vendita focalizzate sul carrello e sui servizi di fidelizzazione del cliente.

Ricordiamoci sempre che il prezzo è sì importante, ma non è l’unico driver per l’acquisto.

L’IMPORTANZA DELLA PIANIFICAZIONE

Intesys e il piano operativo dello store manager

Uno degli strumenti più utilizzati per migliorare le vendite e agevolare il cliente nella navigazione riguarda la presentazione di prodotti in upselling (prodotti simili che però costano di più) e cross selling (prodotti che completano l’acquisto).

In un ecommerce questi prodotti sono normalmente presenti in una sorta di slider nella scheda prodotto o nel carrello. In generale servono per incentivare il cliente a migliorare l’acquisto, ma anche e soprattutto per aumentare il valore medio dell’ordine.

Quando vengono consigliati prodotti in upselling o cross selling, raccomandiamo però molta attenzione: non bisogna proporre quello che si vuole vendere, ma quello a cui il cliente potenzialmente potrebbe essere interessato.

Digital commerce e GDO food: perché i tempi sono maturi per crederci

Scritto da: Andrea Menegotto
C'è un grande potenziale inespresso dai servizi di GDO in ambito food. Analizziamo il nuovo consumatore e i nuovi servizi necessari per soddisfare le sue esigenze.

Il cognitive commerce: l’evoluzione della customer experience

Scritto da: Andrea Menegotto
Oggi stiamo entrando in una nuova era, quella del cognitive computing, ossia dell’elaborazione cognitiva dei sistemi software. In altri termini sistemi che imparano.

Omnichannel commerce: un esempio pratico

Scritto da: Andrea Menegotto
I vantaggi di un omnichannel commerce rispetto ad un modello tradizionale sono numerosi, ma come si esprimono nella pratica? Chiariamo con un esempio...