Business Continuity: cosa succede se la tua azienda si ferma per 24 ore?

01 Ago 2019 - Nessun commento - by Massimo Recchia

Business Continuity: cosa succede se la tua azienda si ferma per 24 ore?

01 Ago 2019 - Nessun commento - by Massimo Recchia
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

La digitalizzazione dei processi aziendali migliora le performance delle attività lavorative, crea maggiori opportunità di business e stimola la competitività tra le aziende, che riescono ad offrire servizi a maggiore valore aggiunto. Nonostante i numerosi vantaggi, la trasformazione digitale genera anche una maggiore complessità informativa e un’importante proliferazione di dati che rendono le aziende sempre più esposte a fenomeni in grado di compromettere la loro sicurezza e continuità operativa.

Ti sei mai chiesto quanto potrebbe valere in temini economici per la vostra azienda uno stop di 24 ore?
Come potete immaginare, le conseguenze in termini di performance sono importanti: ogni stop alla continuità di servizio genera costi per la soluzione dei problemi e incide negativamente sull’immagine dell’azienda, trasformandosi in un vero e proprio danno economico.

Entro il 2020, il 60% delle aziende digitali subirà gravi perdite dal punto di vista dei servizi dovute all’incapacità di gestire il rischio digitale. (Gartner)

Questa affermazione attribuisce un ruolo centrale al tema della sicurezza in ambito ICT, sensibilizza le aziende verso misure appropriate e sottolinea un legame significativo tra Data Protection e Business Continuity.

3 fattori da considerare per garantire la continuità del tuo business

Proteggere i dati aziendali ed archiviarli in modo ottimale non è sufficiente per rispondere alle esigenze di business per garantire continuità operativa.  Adottare un approccio innovativo ti aiuterà non solo a proteggere i dati ma a gestirli in modo intelligente accelerando l’innovazione dei nuovi servizi digitali. Di seguito ti ricordiamo i principali fattori per dare continuità ai tuoi servizi.

1. Dedica risorse alla sicurezza dei tuoi dati con una strategia di Data Protection
“Quanto sono sicuri i nostri dati?” È la domanda che i Top Manager si pongono in modo sempre più ricorrente. Tra le principali cause di violazione della sicurezza dati abbiamo citato le anomalie hardware, gli errori umani, la corruzione di software e diverse tipologie di malware.
Grazie a efficaci misure di protezione dei dati potrai gestire situazioni impreviste: evitare perdite o danni ai dati a favore della continuità operativa delle attività della tua azienda.

2. Predisponi un piano di Disaster Recovery sulla base delle esigenze aziendali
“Come affrontiamo un’eventuale situazione imprevista?” Rispondere a questa domanda ti aiuterà a identificare l’insieme delle misure tecnologiche e organizzative utili a ripristinare l’intera infrastruttura informatica a seguito di un’emergenza. L’obiettivo è avvicinare il più possibile allo zero i dati relativi a RPO, ossia il tempo massimo che serve per mettere in sicurezza un dato, e RTO, ossia la massima durata del downtime previsto.

3. Assicura l’High Availability dei dati
“Come possiamo evitare uno stop alla disponibilità dei nostri dati?” A differenza del piano di Disaster Recovery che si concentra sulle procedure da attuare una volta che l’evento imprevisto si è verificato, l’High Availability pone l’accento su misure e procedure di prevenzione che riguardano la disponibilità dei dati in caso di interruzioni.

 Iscriviti all'evento sulla Data Protection

Qual è l’impatto di uno stop di 24 ore alla tua attività?

Forse ti è già capitato di assistere ad un’interruzione della tua attività per più di qualche ora a causa di eventi imprevisti: un virus all’interno del sistema? Un blackout? Un danno ai server? L’errore di un collaboratore?

Certamente il reparto IT della tua azienda sarà intervenuto con rapidità e competenza ma è riuscito ad evitare danni costosi?
Quantifica l’impatto di un’interruzione di servizio nella tua azienda:

  • Hai perso dati preziosi?
    Un evento esterno che interviene sulla tua infrastruttura può limitare, temporaneamente, la disponibilità dei tuoi dati o addirittura eliminarli causando perdite ingenti. Quali informazioni sono state penalizzate nel tuo caso? Anagrafiche clienti, ordini, documentazione interna?
  • Quanto ti è costato il danno?
    Se hai già affrontato un imprevisto di questo genere, hai sostenuto costi aggiuntivi? La perdita di informazioni o l’interruzione imprevista dell’attività di un’azienda può causare calo di produttività e mancati ricavi. Nel tuo caso un fenomeno imprevisto ostacolerebbe il raggiungimento degli obiettivi di business nel breve-medio termine?
  • Come hanno reagito i tuoi clienti al disservizio?
    Una mancata risposta, un ritardo nell’evasione dell’ordine o un accesso non consentito ai servizi? Come reagirebbero o hanno reagito i tuoi contatti? Un down imprevisto del sistema ha indubbie ripercussioni non solo sulla tua azienda ma anche sulla tua offerta.
  • Hai riscontrato effetti indesiderati sull’immagine aziendale?
    A prescindere dalla causa, un disservizio condiziona l’immagine dell’azienda generando una percepita mancanza di affidabilità e sicurezza con possibili conseguenze sulla relazione con i clienti. Hai messo in atto un piano d’azione per porre rimedio alla situazione che si è creata?

Tutte queste considerazioni si pongono un unico obiettivo: riflettere sull’opportunità e sull’importanza di una strategia di Data Protection. Prevenire ed essere pronti a fronteggiare situazioni di crisi è certamente possibile grazie ad una strategia strutturata.

Se la tua azienda non è ancora dotata di misure di prevenzione è necessario chiedersi: come non farsi trovare impreparati?
Se al contrario hai già un piano di Business Continuity, è comunque importante riflettere sulla sua efficacia e identificare eventuali aree di miglioramento attraverso un’analisi delle misure già disponibili

Rispondi ad alcune domande per valutare se la tua infrastruttura di protezione dei dati è sufficientemente strutturata per garantirti massima sicurezza e continuità operativa.

Valuta la sicurezza dei tuoi dati aziendali

iscriviti-alla-newsletter

Condividi su:

Massimo Recchia

  • SPID tariffario

    SPID: pubblicato il tariffario per Service Provider privati

  • Data Protection: perché è importante proteggere i dati aziendali

  • Il Design Thinking al di là dei post-it

  • Le figure strategiche per guidare la trasformazione digitale

  • Digital Transformation: partire dalle persone per non fallire

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci i tuoi dati e ti iscriveremo alla nostra Newsletter. Riceverai una mail ogni volta che uscirà un nostro nuovo articolo. Non ti preoccupare, non ti intaseremo la casella di posta e - se cambierai idea - potrai cancellarti in qualsiasi momento.
* campi richiesti
Interessi
Privacy *
×
Headless & API date
L’appuntamento dedicato a come innovare le Architetture IT a servizio del Business.
Copernico Blend Tower
Milano • 27 Settembre 2019
Registrati all'evento Registrati all'evento Registrati all'evento  <>