L’innovazione tecnologica nelle HR

30 Ott 2019 - Nessun commento - by Alessandro Caso

L’innovazione tecnologica nelle HR

30 Ott 2019 - Nessun commento - by Alessandro Caso
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

La rivoluzione digitale ha progressivamente trasformato il modo di lavorare in azienda, anche nel settore delle Risorse Umane. L’impatto dei cambiamenti sugli HR Manager può assumere svariate forme, come ad esempio:

  • la necessità di inserire nuove competenze per allineare il know-how aziendale ai trend di mercato, favorendo lo sviluppo e la diffusione della cultura digitale;
  • la spinta ad innovare e digitalizzare i processi e le procedure di lavoro all’interno dell’organizzazione aziendale;
  • il bisogno di adottare nuovi strumenti tecnologici a supporto dei processi di gestione delle risorse umane, per abilitare e allo stesso tempo gestire le nuove dinamiche.

Focalizziamoci sull’ultimo punto: affermare che l’innovazione passa per la tecnologia è quasi banale. Ma siamo sicuri di aver inquadrato bene la questione?
Si sente spesso parlare di smart working, lavoro in mobilità, social collaboration: è chiaro di cosa si tratta e di quali benefici possano apportare nella quotidianità lavorativa? Come dobbiamo inquadrare la diffusione della nuova figura professionale dell’HR Tech, specializzata nell’accompagnare le organizzazioni nel processo di digitalizzazione?

Le 5 sfide di un HR manager nell'era digitale

Per iniziare ad orientarci nella tematica, abbiamo individuato le cinque principali sfide che deve affrontare un HR Manager nell’era digitale: perché ogni novità porta con sé anche una serie di complessità, e ne trarrà vantaggio solo chi riuscirà a superarle.

Prima di vederle insieme, una precisazione: l’innovazione tecnologica di per sé non può portare trasformazione, se non avviene parallelamente un cambiamento a livello culturale nell’organizzazione aziendale. Ci riferiamo a mutamenti di tipo organizzativo, nella mentalità, nelle abitudini, nelle prassi, magari nelle responsabilità dei singoli.

Non va mai perso di vista il concetto che l’innovazione tecnologica non è il fine, ma un mezzo per raggiungere il vero scopo: cioè ottimizzare i processi aziendali e renderli più efficienti, efficaci, flessibili e integrati tra loro, per ottenere vantaggi importanti in termini di produttività del lavoro.

SFIDA N. 1
Rendere le modalità di lavoro sempre più smart, efficaci e produttive.
Migliorare la produttività dei propri dipendenti è uno degli obiettivi più sfidanti per un HR Manager. Si tratta però di un concetto molto generico, che può essere scomposto in micro-obiettivi su cui attivare progetti mirati: aumentare il coinvolgimento dei dipendenti e il loro sentirsi parte dell’organizzazione, facilitare la collaborazione all’interno dei team e tra team, agevolare le prassi della quotidianità lavorativa.

SFIDA N. 2
Offrire maggiore autonomia nella gestione del proprio lavoro
Rimuovere vincoli inutili, favorire la personalizzazione della giornata lavorativa, aumentare la flessibilità nei confronti dei collaboratori: sono i concetti alla base delle moderne soluzioni di smart working, lavoro da remoto e lavoro agile. I vantaggi per le organizzazioni? Maggiore produttività, miglioramento della continuità lavorativa e conseguente crescita del business. Secondo i dati del Politecnico di Milano, con soluzioni di questo tipo si può arrivare ad un incremento della produttività media del lavoratore del 15%.

SFIDA N. 3
Abilitare i dipendenti a lavorare in mobilità
Tecnicamente parliamo di Enterprise Mobility Management. Il fatto che i collaboratori utilizzino una pluralità di dispositivi di per sé è un bene per le organizzazioni, a patto però che riescano a gestirne l’uso e a massimizzare la produttività dei lavoratori. La sfida è adottare soluzioni che abilitino gli utenti a scegliere dove e quando lavorare, ottimizzando la continuità produttiva sia dentro che fuori dall’organizzazione e garantendo al contempo sicurezza e accessibilità dei dati.

SFIDA N. 4
Stimolare la collaborazione e le relazioni all’interno dell’organizzazione 
Agevolare il lavoro in team, stimolare la collaborazione, ottimizzare la comunicazione interna e la condivisione di informazioni e documenti: facile a dirsi, molto meno a farsi. Non basta l’adozione di un nuovo software per ottenere questi obiettivi: ogni innovazione va studiata e costruita nei dettagli, perché rappresenti davvero una soluzione e non uno spostamento del problema.

SFIDA N.5
Garantire la sicurezza
Ok innovare e introdurre nuove tecnologie all’interno degli spazi di lavoro, ma questo non deve andare a discapito della sicurezza dei dati: gestire la digitalizzazione significa anche conoscerne i rischi e limitarli, adottando le necessarie contromisure.

Iscriviti per ricevere contenuti personalizzati.
Sei un IT Manager o un HR Manager?

iscriviti-alla-newsletter

Condividi su:

Alessandro Caso

Digital Area Director - Intesys

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci i tuoi dati e ti iscriveremo alla nostra Newsletter. Riceverai una mail ogni volta che uscirà un nostro nuovo articolo. Non ti preoccupare, non ti intaseremo la casella di posta e - se cambierai idea - potrai cancellarti in qualsiasi momento.
* campi richiesti
Interessi
Privacy *