Creare esperienze omnichannel con un CMS Headless

03 Apr 2019 - Nessun commento - by Niccolò Pasquetto

Creare esperienze omnichannel con un CMS Headless

03 Apr 2019 - Nessun commento - by Niccolò Pasquetto
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Le Architetture Headless stanno sempre più influenzando i prodotti software, rompendo i tradizionali schemi di progettazione per costruire soluzioni software in grado di ottimizzare la creazione di esperienze digitali integrate e coerenti tra i vari canali (omnichannel).

Data la crescente domanda di User Interface innovative e sempre aggiornate, anche il mondo dei Content Management System è coinvolto nel passaggio al paradigma headless.

Che cos’è un CMS Headless?

Un CMS Headless, analogamente a quanto succede nei CMS tradizionali, fornisce le interfacce per amministrare e gestire in maniera user friendly i contenuti, mettendo a disposizione agli addetti tutte le funzionalità necessarie ed utili quali editor WYSIWYG (What You See Is What You Get), workflow approvativi, ecc…
A differenza di un CMS tradizionale, invece, la componente di frontend, ovvero quella con cui l’utente interagisce per fruire i contenuti, è completamente esterna rispetto al CMS. Il dialogo tra loro avviene attraverso delle API (tipicamente REST e developer friendly) per accedere ai contenuti e presentarli.

Deane Barker, Chief Strategy Officer di Blend Interactive, ci regala queste semplice ma esemplificativa definizione:

A Headless CMS manages content, then just sits and waits for some process to ask for it.

Da parte del mercato, la domanda di soluzioni di questo tipo è in crescente aumento: a fianco ai CMS già affermati che si sono dotati di uno strato di API, si stanno affacciando nuove soluzioni che nascono con un’architettura esclusivamente headless. Per esempio, Liferay con il progetto APIO fornisce la propria risposta alla domanda di API e di una soluzione headless per l’interfacciamento con il portale.

4 vantaggi principali di un CMS Headless

1. Semplificare la gestione dei contenuti
Quando la creazione dei contenuti avviene su piattaforme diverse per garantire agli utenti esperienze integrate e coerenti sui vari canali, la gestione può diventare complicata e costosa.
Un Content Management System con Architettura Headless permette contemporaneamente:

  • ai creatori di contenuti di utilizzare un unico back-end centralizzato per inserire e gestire tutti i contenuti,
  • agli sviluppatori di costruire interfacce per l’utente finale senza le tipiche costrizioni che un CMS tradizionale impone.

2. Migliorare l’esperienza utente (omnichannel)
La sempre maggiore necessità di garantire agli utenti un’esperienza ottimale sui diversi touchpoint aziendali, rende il CMS Headless la soluzione ideale per chi vuole ottimizzare i processi di creazione di esperienze digitali, grazie a:

  • la centralizzazione dei contenuti e della loro gestione, con relativo abbassamento dei costi,
  • le API che consentono di ottenere maggiore libertà di poter utilizzare gli stessi contenuti su diversi tochpoint (web, mobile, assistente virtuale, IoT, ecc…).

3. Maggiore libertà tecnologica
L’adozione di un CMS tradizionale comporta l’utilizzo di uno specifico linguaggio di programmazione che, per quanto flessibile possa essere, impone da una parte delle restrizioni sulle possibili tecnologie utilizzabili per costruire l’interazione utente, dall’altra richiede la disponibilità di sviluppatori con skill specifiche su quel CMS.
Un CMS headless, invece, libera da questo vincolo tecnologico, consentendo l’impiego delle migliori tecnologie su ciascun frontend e l’utilizzo di developer con skill molto verticali ai quali non è richiesta alcuna conoscenza del CMS.

4. Diminuzione dei costi
Separando il frontend dal CMS, il costo e il tempo necessario per le revisioni del design sono limitate.
Analogamente, aggiungere un nuovo touchpoint non richiede ulteriori interventi sul CMS.

Perché scegliere un CMS Headless

L’adozione di un CMS Headless semplifica la gestione dei contenuti grazie ad un’unica piattaforma indipendente dal canale di comunicazione e, allo stesso tempo, abilita la creazione di un’esperienza utente migliore attraverso la tecnologia ottimale per ciascun contesto.

Un CMS Headless rappresenta una risposta alla crescente domanda di UI innovative e sempre aggiornate, ma è quando si vuole dare all’utente un’esperienza integrata e coerente attraverso una molteplicità di canali di comunicazione che adottare un CMS Headless diventa una scelta imprescindibile.

 Iscriviti a Headless & API date, l'evento dedicato alle Architetture IT a servizio del Business

iscriviti-alla-newsletter

Condividi su:

Niccolò Pasquetto

  • Il Design Thinking al di là dei post-it

  • Le figure strategiche per guidare la trasformazione digitale

  • Digital Transformation: partire dalle persone per non fallire

  • Open Banking: un valido motivo per innovarsi digitalmente

  • I must have per passare ad un’Architettura Headless

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci i tuoi dati e ti iscriveremo alla nostra Newsletter. Riceverai una mail ogni volta che uscirà un nostro nuovo articolo. Non ti preoccupare, non ti intaseremo la casella di posta e - se cambierai idea - potrai cancellarti in qualsiasi momento.
* campi richiesti
Interessi
Privacy *
×
Headless & API date
L’appuntamento dedicato a come innovare le Architetture IT a servizio del Business.
Copernico Blend Tower
Milano • 27 Settembre 2019
Registrati all'evento Registrati all'evento Registrati all'evento  <>