LA STORIA IN BREVE

API Architecture a prova di futuro

Uno storico brand di lusso italiano ottimizza il processo di digitalizzazione della raccolta lead presso le boutique del Gruppo, localizzate in tutto il mondo, tramite un percorso di ristrutturazione dell’intera Architettura API di back-end.

IL CLIENTE

Brand di lusso internazionale

Società leader nel settore dell’alta moda, specializzata nella produzione di scarpe, vestiti e accessori di moda.

Il Gruppo che include diversi marchi noti sotto un unico tetto, opera a livello globale da decenni con oltre 1.200 punti vendita nel mondo ed è sinonimo di lusso ed eleganza a livello internazionale.

L’OBIETTIVO

Ottimizzare i processi che coinvolgono gli stakeholder

Gli scopi fondamentali dell’evoluzione architetturale del sistema informatico del Gruppo sono stati:

  • Favorire l’integrazione con i partner terzi (es. fornitori) su servizi specifici per semplificare il livello di collaborazione.
  • Creare una base infrastrutturale flessibile, evolvibile e reattiva nel rispondere alle esigenze del business e del mercato, nell’ottica dello sviluppo di nuovi applicativi front-end.

LA SOLUZIONE

Middleware API in Java integrato con i sistemi legacy

L’evoluzione verso una API Architecture, che mira a gestire diversi processi in cui è prevista la firma digitale, è partita dalla realizzazione di un API middleware in ambiente cluster completamente riscritto in Java e integrato con i sistemi core aziendali per velocizzare la creazione di nuove esperienze agli utenti finali.

La creazione di un ambiente in cluster su Amazon Web Services ha permesso di progettare un’infrastruttura API resiliente e ad alta affidabilità (High Availability). Un sistema che è quindi capace di adattarsi alle condizioni d’uso e di resistere all’usura, garantendo la disponibilità dei servizi erogati senza che downtime, errori e rallentamenti si ripercuotano sugli utenti finali, rispettando i criteri di efficacia ed efficienza: una soluzione vantaggiosa sia sul piano sistemistico che sul piano del potenziale innovativo in termini di sviluppi futuri.

Numeri del progetto

1000
Dequeued message al giorno
100
Target response time
0
5XX errors
108
Active connections count al minuto

Fasi del progetto

Riscrittura completa delle API in Java

Scrittura nuove API a supporto della nuova APP

Refactoring infrastrutturale per garantire l’High Availability

Refactoring infrastrutturale per migrazione in AWS

Garantire un livello di servizio costantemente elevato nel tempo

  • L’ecosistema di firma è stato creato per essere integrato sui diversi touchpoint con le applicazioni del Gruppo tramite API e, grazie a un sistema completamente in cloud, offre una soluzione in alta affidabilità (High Availability).
  • Dato che gli store sono distribuiti in tutto il mondo, la tecnologia garantisce il funzionamento 24/7, senza che downtime ed errori influenzino negativamente l’esperienza dell’utilizzatore.
  • I benefici della ristrutturazione architetturale hanno rilevanza strategica non solo per gli applicativi esistenti, ma in ottica futura, nello sviluppo di altri applicativi, touchpoint e canali di integrazione.

Migliorare l’esperienza utente grazie all’integrazione con i sistemi core

  • La nuova infrastruttura API è stata concepita per comunicare agilmente con i vari sistemi core sottostanti, come SAP, Namirial, il database centrale degli utenti e con il sistema di gestione di tutti i dispositivi aziendali.
  • L’integrazione con i sistemi core aziendali consente di astrarre la complessità e rendere più fluida la comunicazione per creare nuovi flussi orientanti all’esperienza digitale dell’utente finale, che diventa più semplice, veloce e reattiva.

Innovazione ed evoluzione sistemistica
a servizio del business

Amazon MQ per migliorare la User Experience

L’utilizzo del servizio di broker di messaggi Amazon MQ ha permesso di creare un disaccoppiamento rispetto ai sistemi legacy, favorendo:

  • L’offload dei sistemi di backend, attraverso una logica event driven;
  • La User Experience: zero downtime, problemi e rallentamenti;
  • Il funzionamento continuativo dell’applicazione.

OpenAPI 3.0 per sfruttare i più alti standard di interoperabilità

La soluzione è stata approntata sfruttando OpenAPI 3.0, l’ultima versione dell’Open API Specification (OAS), che garantisce l’utilizzo degli standard più recenti del settore in termini di:

  • Definizione;
  • Documentazione;
  • Pubblicazione;
  • Condivisione delle API tra fornitori terzi.

Amazon Web Services per il refactoring in cloud

Il progetto è stato portato a termine utilizzando i servizi di cloud Computing offerti da Amazon Web Services (AWS), piattaforma utilizzata dagli store di ogni angolo del mondo e che rappresenta un punto di riferimento e uno standard di settore per i servizi on demand. Un elemento di valore, che conferisce un plus alla proposta disegnata, incrementando funzionalità e versatilità della soluzione.

Competenze e know-how

Middleware API
Infrastruttura in ambiente cluster Amazon Web Services
Integrazione con i sistemi legacy enterprise
Scalabilità internazionale

Sei interessato a questo progetto
e vuoi saperne di più?

CONTATTACI